Imggra
  1. Homepage
  2. Locations
  3. Ex OPG Occupato - Je so' pazzo medias


Ex OPG Occupato - Je so' pazzo medias on Instagram

List of photos and videos recently pinned on Instagram with location: Ex OPG Occupato - Je so' pazzo

onekaos (@onekaos) Instagram Profile Photo
onekaos

onekaos

Grazie Napoli!!!! Grazie @exopgjesopazzo !!! Una serata davvero super!! Un ringraziamento speciale a tutti i ragazzi dell’organizzazione e a tutti i gruppi intervenuti, in particolare agli amici Ganjafarm! E un saluto speciale a Mariano de @la_locanda_del_grifo che ci accoglie sempre col sorriso. Torno a casa col cuore gonfio di gratitudine e circa 15 kg di muzzarell... ❤️

Katie Parla (@katieparla) Instagram Profile Photo
katieparla

Katie Parla

Mural by Blu on the former psychiatric prison

J͓̽A͓̽N͓̽I͓̽E͓̽ B͓̽E͓̽L͓̽L͓̽ (@jdillfromjhill) Instagram Profile Photo
jdillfromjhill

J͓̽A͓̽N͓̽I͓̽E͓̽ B͓̽E͓̽L͓̽L͓̽

🅗🅐🅥🅔🅝 (@marialedonne) Instagram Profile Photo
marialedonne

🅗🅐🅥🅔🅝

@diegodentale e i cieli rosa 🌈

Titti Ferraro (@tittirosh13) Instagram Profile Photo
tittirosh13

Titti Ferraro

“Non posso,ho danza.” ❤️

Diego Grassi (@diegograssi) Instagram Profile Photo
diegograssi

Diego Grassi

Mentre montiamo nuove vie esce già qualcosa di interessante! 🤟🏻

Gianluca Starita (@gianlu.starita) Instagram Profile Photo
gianlu.starita

Gianluca Starita

Non so che descrizione mettere.

27/01/19 🖤👅 00:39

Danilo de Riso (@msndrstndng) Instagram Profile Photo
msndrstndng

Danilo de Riso

Bad Choices Make Good Memories

𝐋𝐨𝐫𝐞𝐧𝐳𝐨 𝐎𝐦𝐞𝐠𝐚 (@lorenzomega) Instagram Profile Photo
lorenzomega

𝐋𝐨𝐫𝐞𝐧𝐳𝐨 𝐎𝐦𝐞𝐠𝐚

L'edificio colorato alle mie spalle è un ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario. Per anni, decenni, dentro quelle mura hanno regnato solo oppressione, autorità e reclusione. Dichiarato "ignobile" nel 2008, gli internati sono stati progressivamente trasferiti, e la struttura abbandonata. Qualche anno dopo fu occupata da un modesto gruppo di studenti universitari che condividevano l'intento di recuperarla e restituirla alla città, al quartiere. Grazie al loro intervento, là dove un tempo si stagliavano celle di pochi metri quadrati chiuse da pesanti porte blindate, ora si tengono corsi gratuiti di lingua italiana per i migranti; dove un tempo non c'erano altro che file di letti di contenzione saldati al pavimento e circondati da sbarre, ora si trovano sacchi da boxe per insegnare alle donne ad affrontare i pericoli quotidiani con corsi intensivi di Difesa Personale; lì, dove si ergevano pile di squallide uniformi e scarpe accatastate una sull'altra come in un campo di concentramento, ora ci sono sportelli di ogni tipo per l'assistenza sanitaria. Un tempo, su quelle pareti era incisa una poesia di lucida disperazione «Mamma, come faccio a diventare amico di un insetto?»; oggi, in segno di solidarietà, quegli studenti hanno scritto «Je so pazzo», perché in un mondo dove la normalità è fatta da disoccupazione, precarietà e discriminazioni razziali, vogliono dichiararsi pazzi anche loro come diceva Pino Daniele, e costruire un'alternativa. Uno dei migliori street artist in circolazione ha apprezzato l'iniziativa e ha dedicato loro questo murales: da oggi il gigante verde griderà tutta la disperazione degli emarginati, fino a quando sarà impossibile, lassù, non sentirne la voce. Ph: @lorenvitaleph

Francesco Provvisier (@kekkoprovvi) Instagram Profile Photo
kekkoprovvi

Francesco Provvisier

Puntare in alto!!❌🔝🔝🔝

Valeria Nappi (@nappivaleria_) Instagram Profile Photo
nappivaleria_

Valeria Nappi

Walking on the wall.

"Int'a n'attim pe quant bott piglj, vac a svacantà e pensier chius a chiav cu'o sigill, si te gir vir o munn c'allucc, se sentn e strill, e po' te piglian pur pe pazz si aropp bisbigli"

“Tu ami me, io amo lei, lei ama lui.” — Rkomi 🍀🔝

Venerdì 7: finalmente a 💙 all' @exopgjesopazzo un luogo in cui la città resiste! 🤟🏿 . . .

Nicola Barretta (@barretta_nicola_04_) Instagram Profile Photo
barretta_nicola_04_

Nicola Barretta

New video🔥🔥 @lilgio_learn_in_the_box❤️❤️


English Turkish